CASSA EDILE COMO E LECCO

Assistenze

LAVORATORI - ASSISTENZE

Assistenze

A decorrere dal 1" ottobre 1997 le assistenze diverse della Cassa Edile, ad eccezione dei soggiorni climatici per i figli dei lavoratori e dell'assistenza per le malattie sino a 6 giorni, saranno effettuate con le seguenti modalità:

a) per anzianità (riferimento APE) superiore a 8 anni e con media mensile di ore dichiarate alla Cassa Edile (comprese ore lavorate, festività previste dai C.C.N.L., malattia, infortunio, c.i.g., ferie, permessi retribuiti e riposi annui fruiti) pari o superiore a 160 ore mensili nel semestre precedente e secondo gli ultimi dati disponibili in Cassa Edile, le assistenze saranno erogate in base al 100% degli importi previsti dal regolamento;
b) nel caso di anzianità da 3 a 8 anni (riferimento APE) e con pari media mensile come al punto a), la percentuale di erogazione sarà pari al 90%;
c) la percentuale sarà ridotta all'80% nel caso di anzianità fino a 3 anni (riferimento APE) e con pari media mensile di ore dichiarate;
d) le percentuali di erogazione sopra indicate saranno ridotte rispettivamente: del 10, 15, 20 o 25% nel caso di una media mensile di ore dichiarate nel semestre precedente da 140 a 159 ore, da 120 a 139 ore, da 105 a 119 ore, fino a 104 ore.

Per il personale assunto a tempo parziale le modalità d'erogazione e le prestazioni saranno riproporzionate all'orario effettivamente prestato.

Preventivo per assistenze diverse

(Accordo fra le parti contrattuali territoriali del 7 dicembre 2000 e accordi successivi). Il limite massimo di spesa per le Assistenze Diverse della Cassa Edile e con riferimento all'esercizio finanziario della Cassa stessa (1" Ottobre 2007-30 Settembre 2008 nonchè 1" Ottobre 2008-30 Settembre 2009), è stabilito in Euro 751.178,58.

Anche per gli esercizi finanziari successivi resterà provvisoriamente in vigore il suddetto limite di spesa, in attesa di possibili nuovi accordi fra le parti contrattuali.

Come di consueto, nel caso che sulle singole voci messe a preventivo, avvenissero superamenti nel corso dell'esercizio, il Comitato di Presidenza della Cassa Edile, informando le parti, provvederà alla compensazione, fatto salvo il mantenimento del limite massimo complessivo concordato.

Per ogni esercizio finanziario viene messo a disposizione del Comitato di Presidenza l'importo di Euro 37.558,93 pari a circa il 5% delle Assistenze, da utilizzare discrezionalmente per il riequilibrio di un eventuale superamento del tetto massimo di spesa con funzione di emergenza.

Trascorso ciascuno dei due anni l'eventuale importo residuo sarà trasformato in fondo di emergenza da sommarsi ad eventuali risparmi sul budget strutturale, con espressa indicazione in bilancio.